Il Gatto delle Foreste Norvegesi  è stato riconosciuto ufficialmente con standard di razza a partire dal 1977. E' un felino di taglia grande, lungo, di costituzione robusta e con una solida struttura ossea. La testa è triangolare con tutti i lati uguali, la fronte deve essere leggermente arrotondata, il profilo dritto senza interruzioni, la canna nasale lunga per permettere all'aria fredda di riscaldarsi e il mento forte. Le orecchie sono grandi, larghe alla base, appuntite, con ciuffetti simili a quelli della lince e lunghi peli che ne fuoriescono. Gli occhi sono grandi, ovali, ben aperti ed obliqui e il colore varia dal verde al verde oro. 

Le zampe sono alte e robuste, quelle posteriori più alte di quelle anteriori; hanno i piedi grandi e palmati che gli facilitano gli spostamenti sulla neve, con abbondanti ciuffi di pelo tra le dita per non sprofondare nella neve. La coda è lunga e fornita di pelo, girata all'indietro dovrebbe raggiungere almeno le scapole, ma preferibilmente il collo.  A primavera  il norvegese compie una muta drastica mentre, con l'arrivo dell'inverno, il suo pelo può allungarsi anche di 10 cm nella zona della gorgiera e del posteriore. 

Il peso, nei maschi varia da 7 a 8 kg ma negli esemplari neutri può arrivare anche a 10kg e nelle femmine dai 3 ai 5,5 kg.

Fanno parte della categoria dei gatti a  pelo semilungo. Il sottopelo lanoso è ricoperto da un pelo di copertura lucido e idrorepellente che è formato da peli lunghi, grossi e lucidi che coprono la schiena ed i fianchi. Quando sono in pieno pelo hanno una gorgiera, una criniera completa e pantaloncini sulle zampe posteriori. Si possono trovare in tutti i colori, incluse tutte le varietà con il bianco. Sono esclusi i disegni di tipo point (siamese), e i colori chocolate, lilac, cinnamon e fawn. Nel manto è possibile trovare qualunque quantità di bianco