Piante

La Stella di natale, la Calancola, l'Anthurium, la Deffembachia, l'Azalea, il Ciclamino, l'Ortensia, il Vischio, la Calla, l'Agrifoglio  sono solo alcune delle piante tossiche più conosciute  per i gatti. La linfa lattiginosa che fuoriesce da queste piante può causare vomito e diarrea se il gatto ne ingerisce una piccola quantità, mentre gli effetti potrebbero essere molto più gravi in caso di un'ingestione maggiore.

Il consiglio è quello di andare subito dal vostro veterinario e comunicare il nome della pianta ingerita.

Ogni pianta ha un livello di tossicità diverso e la sostanza tossica possono trovarsi anche sui frutti, bacche, fiori o anche nelle radici.

Alimenti
La cioccolata come caffè e il tè e altri prodotti con caffeina, i dolci e le caramelle, contengono delle sostanze che nei gatti possono causare ipoglicemia, ritmo cardiaco alterato, crisi e morte. Se ingeriti in grandi quantità, cibi quali aglio e cipolla, scalogno, erba cipollina, asparagi che siano crudi, cotti o in polvere, possono provocare una letale anemia nel vostro amico a quattro zampe. L’etanolo, presente nelle bevande alcoliche, può uccidere un gatto o farlo cadere in stato comatoso. La pasta lievitata, invece, è in grado di lacerare stomaco e intestino. Anche funghi, noci di macadamia, avocado,uva e uvetta, foglie e germogli di patate e pomodori e il lievito grezzo sono tossici per i gatti
Farmaci
Alcuni farmaci ad uso umano contengono principi attivi tossici per i nostri amici a 4 zampe. Il paracetamolo è uno dei farmaci più diffuso nelle nostre case, lo troviamo nella Tachipirina, Efferalgan, oppure in associazione ad altri principi attivi come BronchenoloAntiflu, Neocibalgina, Cebion Febbre e Dolore, Tachidol, Tachifludec, Zerinol, Saridon e Neo-optalidon. Ache  l'Ibuprofene e le Benzodiazepine, gli antidepressivi, artiipertensivi
 L’assunzione di queste sostanze può alterare il normale stato di salute dell’animale, con sintomi che possono variare, a seconda del farmaco, da neurologici, circolatori, gastroenterici, respiratori fino alla morte. 
Sostanze chimiche
Insetticidi e pesticidi, l'antigelo, detergenti e detersivi schiumogeni,prodotti sgrassanti e igienizzanti per pavimenti,anche quelli a base di ammoni quaternari, le candeggine, anche quelle delicate,tutti i tipi di solventi (anche per inalazione), i prodotti per il giardinaggio, i ratticidi, sono tutti molto pericolosi per il loro sistema nervoso  i sintomi più frequenti sono l'ipersalivazione, difficoltà respiratoria, tremori muscolari e sintomi nervosi come difficoltà a mantenere l’equilibrio, depressione e convulsioni.
Se il tuo animale domestico presenta segni di un possibile avvelenamento contatta immediatamente il tuo veterinario di fiducia, o quello più vicino, anche se hai sospetti o conosci la natura della sostanza ingerita dall’animale”. Ricorda, l'unico modo per evitare maggiormente un avvelenamento o un incidente è tenere il nostro animale in casa!